Felix Baumgartner

Felix Baumgartner, un’ impresa storica. #redbullstratos

Felix Baumgartner #jump

L’impresa di Felix Baumgartner è qualcosa di incredibile, la pazza idea del paracadutista austriaco è diventata realtà. Oggi il 43enne paracadutista austriaco è diventato il  primo uomo della storia ad aver abbattuto il muro del suono in caduta libera raggiungendo la velocità di 1,342.8 km/h (Mach 1.24) . Oltre ad aver superato diversi record, Felix ha collezionato allo stesso tempo dati importanti per l’esplorazione spaziale futura, in particolar modo, il possibile ritorno sulla Terra degli astronauti in caso di necessità.

“Ci siamo preparati fino ad ora, non c’è modo di tornare indietro.”

La missione ha preso il via attorno alle 17.30 ora italiana, quando la capsula spinta da un enorme pallone a elio ha preso il volo portando in quota l’austriaco. Felix ha raggiunto la quota di lancio dopo due ore e, appena pronto,  ha aperto il portello della sua capsula e si è gettato nel vuoto.

#records:

  • velocità di 1.342 km/h
  • primo uomo a superare il muro del suono raggiungendo 1,24 mach (1 mach è la velocità del suono)
  • è il primo uomo a riuscirci.
  • altezza del lancio in caduta libera
  • lancio da un pallone a elio: 39.068 metri.

Al colonnello Joe Kittinger, che ha partecipato alla missione, resta il record di caduta libera ottenuto nel 1960 saltando nel vuoto da 31.333 metri.

#parole:

“Io più veloce del suono? È una cosa difficile da descrivere perché non lo avverti.E’ stata una giornata piena di imprevisti, come tutto il progetto del resto. Abbiamo cominciato alla grande con un lancio perfetto, ma poi c’è stata un po’ di tensione a causa del problema con l’alimentatore del mio visore. L’uscita è stata come da programma, poi ho cominciato a roteare lentamente su me stesso. Ho pensato che avrei girato solo poche volte, ma la velocità di rotazione è aumentata. A un certo punto è stato davvero terribile, ho pensato che presto avrei perso conoscenza. Non ho sentito il bang sonico perché ero troppo concentrato a cercare di stabilizzarmi. Dobbiamo aspettare e vedere se ho davvero superato il muro del suono. È stato molto più duro di quanto avessi mai pensato
Quando sei lì in piedi in cima al mondo diventi così umile che non pensi più a battere i record, non pensi a ottenere dati scientifici. L’unica cosa che vuoi è tornare vivo. Senza punti di riferimento non sai a che velocità stai andando. A volte dobbiamo andare davvero molto in alto per capire quanto siamo piccoli”.

#webhttp://www.redbullstratos.com/live/
#video:

#imageshttps://www.facebook.com/redbullstratos